STAMPA

Anton Bruckner, Sinfonia No. 4, Orchestra filarmonica Bremerhaven

Gerd Klingenberg, Nordsee Zeitung, 20.06.2019

Dal tremolo misterioso iniziale degli archi e dal motivo conduttore del corno modellano subito suoni giganteschi che danno opportunità all’orchestra di mostrare la sua potenziale. Con fraseggio vastissimo Marc Niemann fa nascere immagini opulenti ; come concreti e plastici sembrano dipende dalla fantasia del pubblico. Dolce e soave, raffinato con suono d’uccelli, sona la calma pulsante del secondo movimento in cui celli e viole emanano melodie sonori davanti al sfondo dei pizzicati teneri. Il primo momento culminante è il scherzo eseguito precisamente e profilato con suoi motivi di caccia degli ottoni interrotto dalla sonorità immensa e bucolica. Ma anche questo viene superato dalle riserve d’energia immense colorate e inesauribili, qualche volta proprio insentibile, del movimento finale fortissimo interpretato avvincente. Forte applauso e gride di bravo per questo concerto di chiusura della stagione emozionale che fa anticipare la prossima stagione.

William Bolcom "McTeague - Avidità d'oro", Teatro comunale Bremerhaven

Dagmar Zurek, Das Orchester 6 / 2019

Dapprima illustra il vibratile piano degli archi il gran caldo del deserto, qualche volta si sentono cavalli nitrirendi e galoppandi dai voci del’orchestra ad esempio nella scena di nozze. Quanto la trama diventa più dramatico tanto più forte gli eruzioni minaccianti degli ottoni dalla buca d’orchestra. Insorgono elementi di blues, ragtime e molte parti pieno di malinconia e sensualità; l’orchestra filarmonica di Bremerhaven é caratterizzata da una meravigliosa facilità. Il direttore musicale Marc Niemann persuade per la sua guida precisa sopportando i cantanti.

Giacomo Puccini "Madama Butterfly", Teatro comunale Bremerhaven

Wolfgang Denker, Nordsee Zeitung, 27.12.2018

… musicalmente non resta qualcosa a desiderare. Come Marc Niemann e l’orchestra filarmonica di Bremerhaven realizzano la musica di Puccini con un’abbondanza sensibile di suono ma anche con senso per i sottili detagli dimostra un livello straordinario. Questa sonorità è un evento fascinante all’entrata sulla scena del bambino oppure al arrivo della nave di Pinkerton.

Gustav Mahler, Sinfonia No. 4, Orchester filarmonica Bremerhaven

Sebastian Loskant, Nordsee Zeitung, 22.11.2018

Soprattutto nel primo movimento Marc Niemann dimostra con la sua interpretazione trasparente e magistrale, com’è minacciato il idillio dei campanelli e del canto di Violoncello, come superficiale sembra l’allegria della canzone di bambino e delle marcie. 

Paul Hindemith "Im Kampf mit dem Berge", Beethovenfest Bonn

FOCUS online 19.09.2018

La strumentazione magistrale faceva suonare l’orchestra da camera come una grande orchestra filarmonica. La nuova filarmonica westfalia persuadeva colla sicurezza d’intonazione e una armonizzazione precisa delle parti solistiche ritmiche e tecniche complesse. Con la stessa precisione Marc Niemann metteva in atto la sincronizzazione perfetta dei inizi e delle conclusioni dei movimenti. Così si riusciva la quadratura del cerchio: La colonna sonore di Hindemith ha la capacità di esistere independentemente del film di cui accompagna.          

Johannes Brahms, Sinfonia No. 3, Orchestra filarmonica Bremerhaven
Sebastian Loskant, Nordsee-Zeitung, 21.02.2018

… seguiva la terza sinfonia fa maggiore op. 90 di Johannes Brahms, ch’è raramente sentito così trasparente. La strumentazione di Brahms si caratterizza normalmente pesante e denso. Invece Marc Niemann seguiva il ricetto della pubblicità di riso – tutto leggiero, granuloso e mai colloso. In questa maniera la struttura dell’opera diventava chiarissima: Il cambio continuo fra maggiore e minore, il contrasto fra i momenti di culminazione drammatici e i momenti lirici quando la musica retrocede e rinuncia nei movimenti centrali al uso di timpani e d’ottoni in maniera della musica di camera. Una interpretazione sull’impressione di essere pensierosa continuamente.

Leo Fall "Madame Pompadour", Teatro regionale Schleswig-Holstein
Christoph Kalies, Schleswig-Holsteinische Landeszeitung, 12.03.2018

Il direttore d’orchestra Marc Niemann pone l’accento sull’aspetto satirico della musica di Leo Fall, fa marciare l’orchestra sfacciatamente e valzerare turbolentamente. Inoltre realizza i detagli sottili e le misture dei suoni di gruppi dell’orchestra collegandoli con una duttilità affascinante del tempo.

L. van Beethoven, Fidelio, Teatro comunale Bremerhaven

Wolfgang Denker, Nordsee-Zeitung 27.12.2017

"La prestazione sia di Marc Niemann che dell’Orchestra Filarmonica di Bremerhaven ha determinato la qualitá di questo “Fidelio”, soprattutto a livello di ascolto.(…) Niemann si occupa approfonditamente di Beethoven, come dimostra il ciclo di registrazione delle sinfonie, di cui é stata pubblicata di recente la terza parte. Anche in “Fidelio” il suo approccio alla musica é coerente e di grande competenza. Dopo aver conferito subito corpositá e grandezza all’ overtura, Marc Niemann e l’ Orchestra Filarmonica di Bremerhaven hanno trovato il  tono adeguato, sia nel primo atto dal carattere prevalente di opera buffa, sia nella drammaticitá ed emozionalitá del secondo atto. Il quartetto “mir ist so wunderbar” é stato interpretato con un delicato equilibrio acustico e tempo perfetto. Anche nelle opulente scene corali del finale Niemann ha mostrato la giusta linea interpretativa, senza mai dare l‘ impressione di un pathos artificioso."